ClickCase.it

Glossario immobiliare - Lettera P

Glossario con i principali termini legati al mondo immobiliare e la loro definizione più comune.

I termini più cercati dai nostri utenti sono: abitazione, agenzia immobiliare, annuncio immobiliare, affitto, acquisto, appartamento, condono edilizio, franchising, immobile, mansarda, mutuo, prima casa, rendita catastale.

PARAMETRO DI INDICIZZAZIONE

Tasso di riferimento in funzione del quale si determina la percentuale d'interesse di un prestito a tasso variabile. Di solito tale interesse è pari al valore assunto dal tasso di riferimento incrementato di un differenziale positivo (spread).

PARCELLA NOTARILE

Quanto dovuto al notaio come parcella per redigere un atto. Ad esempio possiamo citare il rogito notarile oppure il contratto di mutuo.

PARTICELLA CATASTALE

Terreno o unità immobiliare nella rappresentazione dei fogli catastali che appartiene a una stessa "ditta catastale" (proprietario, società eccetera) ed ha unica qualità, classe, destinazione.

PARTITA CATASTALE

È il documento in cui dovrebbero essere elencate in Catasto tutte le unità immobiliari possedute dalla stessa "ditta catastale" (cittadino, società, eccetera).

PARTI COMUNI DEL CONDOMINIO

Sono quelle parti comuni di un immobile che appartengono a tutti i proprietari condomini. Sono considerate parti comuni: il suolo dell'edificio, le fondazioni, i muri maestri, i tetti ed i lastrici solari (art. 1126 c.c.), le scale, i portoni di ingresso, gli anditi, i portici, i cortili ed in genere tutte le parti dell'edificio necessarie all'uso comune (art. 1117 c.c.).

PATTO IN DEROGA

Forma di contratto di locazione abitativo, ora non più vigente, che prevedeva deroghe, cioè eccezioni, alla legge sull'equo canone (n. 395/1978).

PENALE PER ESTINZIONE ANTICIPATA

Somma in denaro da versare alla banca ( calcolata in percentuale sulla cifra che si vuole restituire anticipatamente ) nell'ipotesi di estinzione parziale o totale del mutuo in corso.

PERIZIA

Elaborato tecnico o parere redatto da un perito abilitato esperto nella materia; nel campo immobiliare un tecnico (geometra o ingegnere) del settore che valuta la condizione dell'immobile con particolare riferimento alla struttura ed alla funzionalità.

PERMUTA

Contratto consensuale previsto dall'art. 1552 c.c. e segg. ad efficacia reale o obbligatoria. Con esso si attua il reciproco trasferimento della proprietà di cose o di altri diritti da un contraente all'altro. Lo scambio tra cose o diritti può essere caratterizzato dal pagamento di una somma di denaro per un eventuale conguaglio, come previsto per legge. Tale ipotesi non altera la natura del contratto di permuta, indipendentemente dall'entità della somma e purché risulti comune la volontà delle parti di aver attribuito maggiore importanza allo scambio fra cose e servizi. Le norme sulla compravendita, in quanto compatibili vengono applicate alla permuta con differenza dalla vendita che le spese per la permuta gravano su entrambi i contraenti in parti uguali.

PERTINENZA

Cosa posta o a servizio o ad ornamento di un'altra cosa. Non ne costituisce parte integrante ma ha funzione di accrescerne l'utilità o il pregio. Ad esempio si può citare il box pertinente ad una abitazione oppure la sua cantina.

PIANO D'AMMORTAMENTO

Prospetto rappresentativo degli importi da versare per giungere al rimborso del finanziamento.

PIANO DI LOTTIZZAZIONE

(Legge 765/67) Piano particolareggiato finalizzato a subordinare l'edificazione privata a opere di urbanizzazione (strade, parcheggi, reti elettriche ed idriche, verde pubblico, eccetera), prevalentemente per zone scarsamente urbanizzata o di espansione anche abusiva.

PIANO DI RECUPERO

(Legge 457/78). Si tratta di una sorta di PP (Piano particolareggiato) che in sostanza liberalizza la burocrazia urbanistica in "ambiti urbani" ristretti, individuati dai comuni , con procedure accelerate che tra l'altro evitano l'approvazione regionale prevista per i PP. Dovrebbe riguardare più il recupero edilizio che quello urbanistico e attenersi al PRG.

PIANO PARTICOLAREGGIATO

(Legge 1150/42) Piano di attuazione in dettaglio e su scala più ristretta del PRG , con possibilità di espropriare aree e regolare l'attività edificatoria.

PIANO REGOLATORE GENERALE COMUNALE

(Legge 1150/42) È il principale strumento di pianificazione urbanistica e gli è stato riconosciuto dalla giurisprudenza la natura di atto normativo. Prevede non solo la programmazione urbanistica del territorio urbano, ma spesso scelte puntuali relative alle grandi infrastrutture, la rete viaria principale, alle zone di espansione. Ha spesso "usurpato" parte delle funzioni dei Regolamenti edilizi e dei piani particolareggiati. In vigore fino alla sua sostituzione, sconta spesso il fatto di essere superato dai fatti, e da numerose varianti che ne hanno snaturato gli scopi.

PIENA PROPRIETA'

Con questo termine si indica il diritto di godere e di disporre dell'immobile in modo pieno ed esclusivo.

PIGNORAMENTO

L'atto con cui di regola ha inizio l'espropriazione forzata. Il pignoramento consiste in una ingiunzione che l'ufficiale giudiziario fa al debitore di astenersi da qualunque atto diretto a sottrarre alla garanzia del credito, esattamente indicando i beni che vi assoggettano e i frutti di essi.

PLANIMETRIA

Rappresentazione grafica della pianta dell'immobile. Allegate ai contratti con oggetto beni immobili formano parte integrante dell'accordo quando le parti le abbiano indicate per meglio descrivere i contenuti del contratto.

POLIZZA D'ASSICURAZIONE

Documento scritto che fissa i diritti e gli obblighi delle parti e attesta la conclusione del contratto. In essa sono specificati lo stipulante, la parte assicurata e il beneficiario. Viene specificato inoltre la prestazione assicurata, il termine di scadenza, nonché la controprestazione dello stipulante, il premio e la sua scadenza.

PREAMMORTAMENTO TECNICO

Nella restituzione di un mutuo è il periodo iniziale. Prevede rate costituite solo dalla quota di interessi.

PRELAZIONE

Nell'acquisto di un bene o nell'esercizio di un diritto la prelazione è il diritto di priorità, vale a dire l'essere preferito ad ogni altro soggetto a parità di condizione (artt. 732 e 1379 c.c.).

PRELIMINARE

Con questo termine si indica l'atto mediante il quale le parti si impegnano a concludere la compravendita. Per questo tipo di contratto è prevista la forma scritta (art. 1350 Codice civ.) e necessariamente deve contenere tutti gli elementi essenziali del contratto. È chiamato anche compromesso oppure promessa di vendita o scrittura privata integrativa di compravendita.

PREMIO ASSICURATIVO

L'assicuratore per l'assunzione del rischio ha come controprestazione il pagamento del premio assicurativo da parte dello stipulante. I contratti di assicurazione possono prevedere premi unici o periodici.

PRESCRIZIONE

L'effetto dell' inerzia del titolare di un diritto non esercitato o non usato per il tempo stabilito dalla legge ne produce l'estinzione del diritto stesso.

PREZZO

Elemento essenziale nella compravendita, nella quale rappresenta il corrispettivo del trasferimento del diritto. Di regola il prezzo è determinato dalle parti ma può anche essere rimesso ad un terzo (arbitratore) appositamente nominato. Nelle compravendite immobiliari il prezzo viene determinato o a corpo ( in base alla consistenza del bene ) oppure a misura ( con riferimento alla superficie dell' immobile ).

PRIMA CASA

Nel linguaggio corrente è sinonimo di abitazione principale. In quello fiscale è cosa diversa: rappresenta il primo immobile in proprietà o possesso a una persona, per il quale si possono godere agevolazioni fiscali sui tributi per i trasferimenti (acquisto, vendita, eredità, donazione). Non è necessario che sia adibito a dimora abituale del contribuente o dei suoi familiari anche se deve comunque essere nel comune di residenza. Il titolare non deve essere proprietario, neppure per quote o in comunione con il coniuge, su tutto il territorio nazionale, dei diritti di proprietà, usufrutto, uso, abitazione e nuda proprietà su altra casa di abitazione acquistata con le agevolazioni prima casa previste dalla normativa in vigore e da quella precedente.

PRIME RATE

È il tasso d'interesse più basso che le banche applicano ai clienti migliori.

PRIVACY

Diritto garantito per legge alla tutela delle informazioni di carattere personale.

PRIVILEGIO

titolo di prelazione che la legge riconosce al creditore in considerazione della particolare natura o causa del credito. Può essere generale o speciale: il primo compete su tutti i beni mobili del debitore mentre il secondo solo su determinati beni mobili od immobili (art. 2746 c.c.).

PROCURA

Atto mediante il quale una persona conferisce ad un'altra il potere di rappresentanza. La procura serve a rendere noto a tutti coloro con i quali il rappresentante entrerà in contatto, che lo stesso è stato autorizzato a trattare. Può essere speciale o generale a seconda che riguardi un atto determinato o tutti gli affari del rappresentato.

PROMESSA DI VENDITA

Atto mediante il quale le parti si impegnano a concludere la compravendita. Nella scrittura devono essere indicati tutti gli elementi essenziali del contratto. È chiamata anche compromesso o preliminare.

PROMISSARIO ACQUIRENTE E VENDITORE

Chi, in un preliminare di acquisto (compromesso), si impegna ad acquistare o a vendere.

PROPOSTA DI ACQUISTO

Con la sottoscrizione di questa scrittura il potenziale acquirente presenta l'offerta di acquisto al proprietario dell'immobile. Nel caso venga firmata per accettazione da parte della proprietà si perfeziona in un vero e proprio contratto di compravendita. Deve necessariamente contenere tutti gli elementi essenziali del contratto che è diretta a porre in essere.

PROPRIETÀ

Previsto dalla costituzione, consiste nel diritto reale di godere e di disporre della cosa in modo pieno ed esclusivo entro i limiti stabiliti dalla legge.

PROTESTO

Atto pubblico, redatto da un notaio o da pubblico ufficiale. Con il protesto si certifica in forma solenne l'avvenuta presentazione della cambiale o dell'assegno bancario ed il conseguente rifiuto di accettare o pagare. Elemento essenziale per l'esercizio dell'azione di regresso.

PROVVIGIONE

Compenso spettante all'intermediario a fronte della prestazione dallo stesso effettuata, se si conclude la vendita. La misura della provvigione, proporzionale all'affare concluso, è quella concordata liberamente dalle parti. In mancanza di patti, la provvigione è quella che risulta dagli usi locali.

© 2005-2017 Click Sas - P. Iva 04473660969
L'utilizzo del sito è subordinato all'accettazione delle Condizioni Generali, Informativa Privacy e Cookie Privacy